In arrivo Madball, un gioco creato con il solo scopo di essere competitivo!

Durante l’ultimo Romics, tenutosi a Roma dal 3 al 6 Ottobre 2019, tra i vari stand di fumetti, manga, giochi di carte, videogiochi e quant’altro, qualcosa ha attirato la nostra attenzione: si chiama Madball, ed è un progetto molto ambizioso dei ragazzi di Hyperaktive Studio, team di sviluppo italiano.


Il gioco, ad un primo sguardo, ci è sembrato un titolo divertente, simpatico e un ottimo passatempo: 2 “eroi” in skate, una palla, una porta al centro del campo in cui segnare e vince chi fa più punti.


Ma è realmente solo un “giochino tanto per passare il tempo“? La risposta è NO! Già dopo pochi secondi dall’inizio del primo match giocato, si capisce che il titolo è pensato e progettato per essere competitivo: avere una sola porta centrale e poter segnare da entrambi i lati, fa si che i giocatori non possano rimanere fermi davanti la rete ed aspettare che l’avversario sbagli un tiro per recuperare palla.

Se si vuole vincere, bisogna essere aggressivi, conquistare la palla, riuscire a scartare l’avversario e segnare.
In Madball la skill personale è l’unica cosa che conta: vince il più bravo!


Abbiamo posto alcune domande ai ragazzi di Hyperaktive per saperne un po’ di più su questo loro progetto.

Innanzitutto complimenti per il lavoro svolto fin’ora. Come è nato questo progetto?

“Il progetto parte da un’idea chiara: dimostrare che il competitivo in italia esiste e può crescere esponenzialmente. Madball è pensato e sviluppato per essere qualcosa di competitivo,
dove le abilità dell’utente determinano l’andamento della partita.”

In cosa consiste il gioco? Com’è strutturato?

“In Madball lo scopo è quello di segnare più goal dell’avversario, una singola porta al centro, 75 secondi di tempo su mobile, 120 su altre piattaforme.

Essendo un hero-based game ci sarà una scelta del personaggio, ogni personaggio avrà a disposizione 3 abilità, ma una soltanto potrà essere usata durante la partita.

Per segnare tutto è lecito, non importa da quale parte entra la palla, il goal va a chi la butta dentro.

Per tirare bisogna aggiungere forza alla palla tramite una rotazione ( Vortex ) e rilasciarla al momento che più riteniamo opportuno.
A seconda di quanta forza viene data il punteggio del goal varia: 1 giro = 1 goal , 2 giri = 2 goal, 3 giri = 3 goal.”

Su quali piattaforme sarà disponibile?

“Inizialmente sarà disponibile su Android (il pre-register è già aperto: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.Anira.Xballs, ndr) e iOS (pre-register in fase di lavorazione, ndr) dal 1° Novembre 2019, salvo complicazioni, e successivamente per Pc e Nintendo Switch nel Q2 2020.”

Ci sarà possibilità di vederlo protagonista in tornei ESL o EVC?

“Per quanto riguarda la possibilità di vedere Madball protagonista in tornei, beh, è quello che ci auguriamo!”


Non ci resta quindi che attendere l’uscita del gioco per testarlo in profondità e vedere la risposta del pubblico per questo titolo che ha tutti i presupposti per diventare effettivamente un gioco eSports.
In bocca al lupo!

Gabriele “CervelloneRe” D’Alessandro


Caricamento