Antec Dark Phantom DP501: Gaming Chassis minimalista

Uno sguardo all’esterno

Antec con il nuovo DP501 è stata in grado di realizzare uno chassis dallo stile indubbiamente particolare ed intrigante, capace di attirare l’attenzione grazie ai suoi lineamenti moderni e alla generosa finestra laterale in vetro temperato, che lascia intravvedere la componentistica interna in tutto il suo splendore. Ottimo risulta anche il design del pannello frontale, dotato di una feritoia sul fianco sinistro con una cornice a led ARGB.

Il modello giunto in redazione, si contraddistingue per la colorazione interamente nera/antracite sia all’esterno che all’interno. L’unica nota di colore è rappresentata dai profili trasparenti sul frontale e sulla scocca del copri-psu, che doneranno una retroilluminazione ARGB allo chassis.

Lo chassis vanta una struttura in acciaio SECC, abbastanza robusta, con verniciatura superficiale con una finitura leggermente ruvida capace di donare una piacevole sensazione di robustezza al tatto; per altre parti sono stati utilizzati plastica ABS e vetro temperato.

Nella parte frontale, come ormai siamo abituati a vedere da diverso tempo su molti modelli di case, non è prevista la presenza di uno o più alloggi da 5.25”, presenta una superficie totalmente liscia, ma non simmetrica; infatti il frontale presenta due rientranze, una in alto a destra ed una in basso a sinistra, dove è presente il logo Antec e la presa d’aria con il profilo ARGB.

Rimuovendo il pannello frontale troviamo sul fondo il filtro anti-polvere, estraibile (rimuovendo le due viti) e facilmente lavabile; mentre non abbiamo nessun filtro a protezione delle ventole frontali.

Esaminando la parte frontale del DP501, privata dell’apposito pannello, non troviamo installata nessuna ventola, ma troviamo solamente gli appositi fori a binario, disponibili sia per ventole da 120 che da 140mm.

Nella parte posteriore dello chassis, oltre al consueto alloggiamento, nella zona inferiore, per una PSU in formato standard ATX ed allo slot I/O Shield della scheda madre, possiamo notare alcuni accorgimenti specifici voluti appositamente dal produttore.

Sul retro sono ben visibili i sette slot di espansione PCI, dotati ognuno di un copri-slot facilmente rimovibile e comprensivo di fori atti ad un più facile smaltimento del calore; accanto ad essi è presente uno speciale ferma-slot scorrevole, tenuto fermo da due viti tool-free e che ci consentirà eventualmente di fissare saldamente i vari bracket PCI senza dover ricorrere ad eventuali cacciaviti.

La presenza di sette mascherine per slot di espansione ci consente, inoltre, di intuire che sarà possibile installare anche schede grafiche a doppio o triplo slot all’interno di Antec DP501, oltre che eventualmente una scheda audio dedicata, controller e quant’altro.

A lato della scheda madre, che come vediamo sarà collocata in posizione verticale, è installata una ventola da 120 millimetri (oppure potremo sostituirla, con un radiatore della medesima dimensione).

Al di sotto dell’alloggiamento per la PSU, al fine di ridurre il più possibile l’accumulo di polvere all’interno della stessa, è presente un pratico filtro antipolvere facilmente rimovibile per una pulizia approfondita.