be quiet! Pure Base 500DX: Prestazioni di raffreddamento ed estetica al top!

Uno Sguardo All’Esterno (modello BGW37)

Grazie ad uno stile innovativo e al passo coi tempi, oltre all’utilizzo di materiali di alta qualità, il nuovo BeQuiet! Pure Base 500DX risulta essere un case capace di attirare l’attenzione fin dal primo sguardo.

Fa la propria parte la vistosa paratia laterale in vetro temperato, che consente una visione ancor più nitida della componentistica interna, ma soprattutto la dotazione di ben tre strisce Led ARGB, che ne impreziosisce la scocca.

Il modello giunto in redazione è nello specifico il BGW37, contraddistinto da una colorazione di base completamente nera, con finitura opaca, sia all’esterno che all’interno; è disponibile inoltre il modello BGW38, realizzato in colorazione bianca. Lo chassis vanta una robusta struttura in acciaio SECC, con verniciatura superficiale e rifiniture di buon livello.

Al fine di conferire un aspetto estremamente pulito e ordinato la parte frontale non prevede la presenza di appositi alloggi per l’installazione di unità ottiche da 5.25”, ormai indubbiamente in disuso e quindi non più di fondamentale importanza.

Il frontale del BeQuiet! Pure Base 500DX non è piano e lineare, bensì presenta una curvatura verso l’esterno, “arricchita” da due grosse fasce, realizzate in mesh rigido micro-forato, impreziosite da due strisce Led ARGB, che scorrono per tutta la lunghezza dei due lati interni.

Sul top del frontale, il produttore ha previsto la presenza di un pratico pannello I/O, dotato di un vistoso pulsante per accensione/spegnimento/reset, una coppia di jack da 3.5” (uno per il collegamento delle cuffie ed uno per il microfono), una porta USB 3.1 Gen2 Type-C, una USB 3.0 ed un comodo tasto che funge da controller e da selettore degli effetti luminosi ARGB.

Sul pannello superiore troviamo un pratico filtro anti-polvere, facilmente rimovibile e lavabile, tenuto fermo da un sistema di ritenzione magnetica; sotto di esso sono presenti i fori con i relativi binari per l’installazione di due ventole da 120mm o 140mm (una già presente).

Nella parte posteriore dello chassis, oltre al consueto alloggiamento per una PSU in formato standard ATX ed allo slot per il posizionamento della I/O Shield della propria scheda madre, notiamo delle generose griglie per favorire l’espulsione dell’aria da parte della ventola da 140 millimetri preinstallata o della eventuale ventola da 120mm (opzionale) o di un radiatore delle medesime dimensioni.

Appare evidente una notevole pulizia e una quasi maniacale cura per i dettagli, seppur si tratta di una parte del cabinet che nella maggior parte dei casi non viene mantenuta a vista.

Il nuovo BeQuiet! Pure Base 500DX mette a disposizione ben 7 slot di espansione, ognuno dei quali provvisto di una resistente griglia in metallo opportunamente forata per favorire la fuoriuscita dell’aria all’esterno dello chassis.

Analizzando le paratie laterali, possiamo notare che esse risultano sensibilmente diverse tra loro.

Il lato sinistro, infatti, è interamente realizzato in robusto vetro temperato (da 4 millimetri di spessore), aspetto che conferisce allo chassis un aspetto indubbiamente molto elegante ed unico nel suo genere, consentendo di intravvedere l’interno e, più nello specifico, la componentistica hardware presente.

Per il fissaggio della paratia in vetro, il produttore ha dotato lo chassis delle tradizionali quattro viti tool-free.

Il lato destro, realizzato in acciaio SECC, al contrario, è del tutto pulito ed uniforme, addirittura dotato di una lastra di spugna fono-assorbente. Anche in questo caso viene riproposto il medesimo sistema di fissaggio, mediante due viti tool-free.

Il pannello frontale è realizzato in robusta plastica ABS e mesh in acciaio SECC, risulta facilmente rimuovibile esercitando una leggera pressione verso l’alto.

Una volta rimosso è possibile notare la presenza di un generoso filtro con cornice rigida, fissato allo chassis tramite due linguette che consentono una rimozione con apertura “a libro”, studiato in modo tale di evitare che le ventole frontali, durante il loro normale funzionamento, trasportino la polvere all’interno dello chassis. Di serie troviamo una ventola da 140 millimetri di diametro pre-installata in immissione.

Sul pannello frontale del Pure Base 500DX non troviamo alcun tipo di cavo, ma solamente un connettore “a contatto” che va ad alimentare le due strisce Led ARGB integrate.

Un secondo e pratico filtro, sempre di tipo estraibile, è collocato nella parte bassa del BeQuiet! Pure Base 500DX, allo scopo di evitare l’accumulo della polvere non soltanto all’interno dello chassis stesso, ma soprattutto all’interno della PSU. La rimozione è come di consueto del tutto semplice, così da assicurare la rapida pulizia in caso di necessità.

Lo chassis viene mantenuto sollevato dal piano di appoggio per mezzo di quattro supporti in plastica, provvisti di fondo gommato, e fissati al telaio tramite delle viti.

L’aver previsto un rialzo di due centimetri rispetto al piano di appoggio assicura che anche l’alimentatore riesca a pescare sufficiente aria dall’esterno, evitandone così il surriscaldamento.

Anche in questo caso, come abbiamo già avuto modo di osservare in precedenza, non manca un pratico filtro per evitare l’accumulo di polvere (in questo caso all’interno non soltanto della PSU ma anche del cabinet), facilmente rimovibile durante le operazioni di manutenzione.

Dopo questa prima analisi della parte esterna del nuovo Pure Base 500DX appare evidente come il produttore tedesco, in fase di progettazione, abbia curato molto attentamente ogni particolare, raggiungendo una qualità costruttiva certamente elevata. Siamo rimasti colpiti dalla cura di ogni componente. Ora siamo pronti per andare ad esaminare la parte interna.

Caricamento