NZXT H500 Matte Black Mid-Tower [CA-H500B-B1] e HUE 2 RGB Lighting Kit [AC-HUEP2-M1]

Uno sguardo all’interno – Parte Seconda

Decisamente buone le possibilità di ottimizzazione del flusso d’aria interno grazie alla possibilità di poter installare ulteriori ventole di raffreddamento in aggiunta a quelle preinstallate in estrazione nella parte superiore e posteriore dello chassis.

Nello specifico è prevista l’installazione di due ulteriori ventole da 120/140 millimetri nella parte anteriore del cabinet (di cui è consigliabile un orientamento in immissione).

Per coloro che intendono utilizzare una soluzione di raffreddamento a liquido di tipo tradizionale oppure di tipo All-in-One (AIO) è possibile fissare senza problemi un radiatore da 120 millimetri nella parte posteriore, ed un secondo da massimo 280 millimetri nella parte anteriore dello chassis.

Anche in questo caso lo spazio a disposizione è buono (60 millimetri) e più che sufficiente per consentire l’installazione di un radiatore non necessariamente di tipo “slim”, oppure eventualmente anche per una configurazione delle ventole di tipo Push/Pull sfruttando i 45 millimetri di spazio presente tra il pannello frontale ed il supporto ventole/radiatore rimovibile.

Spostandoci ad analizzare la parte inferiore interna dello chassis, la prima cosa che balza immediatamente all’aocchio è la presenza di una grande copertura metallica che ricopre il vano dedicato all’alloggiamento dell’alimentatore ATX (fino ad un massimo di circa 210 millimetri di lunghezza), a tutto vantaggio dell’estetica e della gestione della componentistica interna e dei cavi da parte dell’utente.

Nella parte superiore del vano sono previsti una serie di fori di forma rettangolare pensati per il passaggio degli eventuali cavi di alimentazione supplementare dedicati all’eventuale scheda grafica discreta, oltre che per i vari collegamenti delle unità di memorizzazione.

Per l’eventuale scheda grafica discreta è previsto il supporto per una lunghezza massima pari a ben 381 millimetri, che scendono a circa 330 millimetri nel caso sia presente anche un radiatore di calore installato nella parte anteriore dello chassis. Questi valori appaiono indubbiamente notevoli e garantiscono la piena compatibilità verso la quasi totalità dei modelli presenti sul mercato. Nessuna limitazione nemmeno per quanto riguarda l’altezza della scheda, visto che il cabinet mette a disposizione ben sette slot di espansione. Per ognuno di questi è prevista una resistente griglia in metallo opportunamente forata per favorire la fuoriuscita dell’aria all’esterno dello chassis.

Alla luce di quanto osservato durante questa breve analisi degli interni del nuovo H500 non possiamo che ritenerci soddisfatti del lavoro svolto dall’azienda americana durante la fase di progettazione di questa interessante soluzione Mid-Tower, curando ogni minimo particolare in maniera da semplificare al massimo le operazioni di installazione delle componenti e consentire un efficace gestione dei cavi di collegamento al fine di ottenere un aspetto estetico pulito ed ordinato.

Possiamo ora procedere con l’analisi delle specifiche tecniche delle ventole in dotazione e dei relativi flussi d’aria che sono in grado di generare.