Sharkoon ELITE SHARK CA200G Mid-Tower e SHARK Blades RGB Fan & Strip

Installazione dei Componenti e Temperature Rilevate

Dopo aver analizzato nel dettaglio le caratteristiche tecniche del nuovo ELITE SHARK CA200G non potevamo certo sottrarci all’assemblaggio di una configurazione completa al suo interno. Le operazioni, anche grazie all’ottima gestione degli spazi interni del cabinet, si sono rivelate estremamente semplici e veloci.

Nel nostro caso abbiamo scelto i componenti con la finalità di dare vita ad una configurazione di buon livello, capace di garantire una buona esperienza d’uso e al tempo stesso di sfruttare buona parte delle potenzialità dello chassis del produttore tedesco. Nella tabella che segue un riassunto della componentistica utilizzata:

Per quanto riguarda il sistema di raffreddamento dedicato al microprocessore (Intel Core i9 9900K 8C/16T) ci siamo affidati ad un altro prodotto Thermaltake, nello specifico l’ottimo Water 3.0 Extreme S, una particolare soluzione a liquido di tipo All-in-One (una recensione dettagliata del prodotto la potete trovare a questo indirizzo). L’installazione del generoso radiatore da ben 240 millimetri nella parte superiore dello chassis, è risultata semplice e veloce.

La scheda grafica utilizzata, nello specifico una INNO3D RTX 2080 SUPER TWIN X2 OC 8GB GDDR6, provvista di processore grafico TU104 basato su architettura Turing e contraddistinta da una lunghezza di 268 millimetri ed un ingombro in altezza di 2 slot, non rappresenta certamente un problema per questo cabinet.

Come vedrete dall’immagine abbiamo optato per un’installazione di tipo orizzontale classica (ricordiamo che il cabinet prevede anche un’installazione verticale della scheda grafica utilizzando un Bracket ed un PCI-Express Extender opzionali), sfruttando uno dei fori gommati presenti nel M/B Tray per il passaggio dei cavi necessari alla corretta alimentazione della scheda, di tipo PCIe a 6-pin ed 8-pin, a tutto vantaggio dell’ordine interno.

Per sostenere al meglio la scheda grafica, e sgravare lo slot PCI-Express dallo sforzo necessario, abbiamo sfruttato il comodo supporto regolabile previsto dal produttore.

Nella nostra configurazione abbiamo previsto la presenza, per quanto riguarda le unità di memorizzazione, sia di un tradizionale disco meccanico (Western Digital Caviar Green da 2.0TB) e sia di una più prestante unità allo stato solido (Samsung SSD 750EVO da 500GB).

Al fine di ottenere un risultato il più possibile ordinato e pulito abbiamo scelto di installare entrambe le unità nella parte posteriore del cabinet, sfruttando gli alloggiamenti previsti dal produttore tedesco. Il fissaggio ha richiesto davvero pochissimi minuti.

Il produttore tedesco, per la stesura di questo articolo, ci ha gentilmente fornito ulteriori tre ventole supplementari, identiche a quella preinstallata all’interno del cabinet (SHARK Blades RGB FAN da 120mm).

Al fine di ottimizzare al meglio i flussi d’aria abbiamo scelto di installarle nella parte frontale dello chassis, ovviamente orientate in immissione. Per il collegamento dei singoli cavi dedicati all’alimentazione dei LED integrati abbiamo per ovvi motivi sfruttato il controller RGB proprietario previsto, così da poter contare su una perfetta sincronizzazione dell’illuminazione.

Oltre a queste bellissime ventole di raffreddamento abbiamo ricevuto anche una SHARK Blades RGB Strip, ovvero una striscia a LED di tipo RGB indirizzabile da 18 LED e ben 360 millimetri di lunghezza. L’integrità delle componenti presenti sul PCB è assicurata da un robusto rivestimento in gomma trasparente.

Abbiamo quindi proceduto alla sua installazione nella parte superiore del cabinet, operazione che grazie alla possibilità di fissaggio magnetico è risultata del tutto agevole. Anche in questo caso abbiamo sfruttato una delle porte rimaste libere sul controller RGB proprietario.

Il vano dedicato all’alloggiamento dell’alimentatore ATX (nel nostro caso un InWin Classic Series C 750W con certificazione 80 PLUS Platinum) mette a disposizione uno spazio indubbiamente più che buono per nascondere in maniera efficace, ed anche abbastanza ordinata, tutti i vari cavi di collegamento e di alimentazione necessari al corretto funzionamento del computer.

Caricamento