Thermaltake View 37 Riing Edition [CA-1J7-00M1WN-00]

Installazione dei Componenti e Temperature Rilevate

Dopo aver analizzato nel dettaglio le caratteristiche tecniche del nuovissimo View 37 Riing Edition non potevamo certo sottrarci all’assemblaggio di una configurazione completa al suo interno. Le operazioni, anche grazie all’ottima gestione degli spazi interni del cabinet, si sono rivelate estremamente semplici e veloci.

Nel nostro caso abbiamo scelto i componenti con la finalità di dare vita ad una configurazione di buon livello, capace di garantire una buona esperienza d’uso e al tempo stesso di sfruttare buona parte delle potenzialità dello chassis del produttore taiwanese. Nella tabella che segue un riassunto della componentistica utilizzata:

Immagine_Tabella_3_-_Configurazione_di_prova_-_ok

Per quanto riguarda il sistema di raffreddamento dedicato al microprocessore (Intel Core i9 7900X Skylake-X) ci siamo affidati ad un altro prodotto Thermaltake, nello specifico l’ottimo Water 3.0 Extreme S, una particolare soluzione a liquido di tipo All-in-One (una recensione dettagliata del prodotto la potete trovare a questo indirizzo). L’installazione del generoso radiatore da ben 240 millimetri nella parte interna dello chassis, è risultata semplice e veloce.

075-thermaltake-view37-riing-edition-installazione-posizionamento-AIO

La scheda grafica utilizzata, nello specifico una ASUS ROG STRIX GTX1050Ti-O4G-GAMING, provvista di processore grafico GP107 basato su architettura Pascal e contraddistinta da una lunghezza di 241 millimetri ed un ingombro in altezza di 2 slot, non rappresenta certamente un problema per questo cabinet.

Come vedrete dall’immagine abbiamo optato per un’installazione di tipo orizzontale classica, rimuovendo il bracket metallico preinstallato e sfruttando uno dei fori gommati presenti nel M/B Tray per il passaggio del cavo necessario alla corretta alimentazione della scheda, di tipo PCIe a 6-pin, a tutto vantaggio dell’ordine interno.

076-thermaltake-view37-riing-edition-installazione-posizionamento-vga

Nella nostra configurazione abbiamo previsto la presenza, per quanto riguarda le unità di memorizzazione, sia di un tradizionale disco meccanico (Western Digital Caviar Green da 2.0TB) e sia di una più prestante unità allo stato solido (Kingston UV400 da 480GB).

077-thermaltake-view37-riing-edition-installazione-posizionamento-HDD2

Per la prima unità abbiamo scelto di sfruttare una delle slitte previste nel cestello anteriore, mentre per il drive SSD abbiamo al contrario utilizzato uno dei quattro supporti metallici collocati nella parte posteriore del cabinet. In entrambi i casi l’installazione ha richiesto davvero pochissimi secondi.

078-thermaltake-view37-riing-edition-installazione-posizionamento-SSD

La zona dedicata all’alloggiamento dell’alimentatore ATX (nel nostro caso un InWin Classic Series C 750W con certificazione 80 PLUS Platinum), come osservato in precedenza, non prevede purtroppo la presenza di una copertura metallica atta ad isolare il vano dedicato alla PSU dal resto della componentistica interna, di conseguenza è stato un poco più complicato riuscire a nascondere ed ordinare al meglio i vari cavi così da ottenere il miglior aspetto estetico possibile.

Lo spazio a disposizione nel laterale destro è comunque molto generoso, così come buone sono le dimensioni del foro gommato dedicato al passaggio dei cavi di collegamento e di alimentazione necessari al corretto funzionamento del computer. Ovviamente nel nostro caso non abbiamo avuto il tempo necessario per un cable-management perfetto, in ogni caso il risultato ottenuto ci è parso più che soddisfacente.

079-thermaltake-view37-riing-edition-installazione-zona-psu-passaggio-cavi

Il risultato finale che abbiamo ottenuto è a nostro avviso di grande impatto visivo, pulito ed estremamente ordinato, indubbiamente capace di attirare l’attenzione.

080-thermaltake-view37-riing-edition-installazione-vista-completa-fronte

081-thermaltake-view37-riing-edition-installazione-vista-completa-retro

Grazie alla spettacolare paratia laterale dalla particolare forma curvata ad ala di gabbiano sarà possibile osservare l’interno del cabinet e la relativa componentistica da più angolazioni, aspetto che contribuisce a creare un effetto decisamente molto appagante e gradevole alla vista.

082-thermaltake-view37-riing-edition-installazione-vista-completa-finale

083-thermaltake-view37-riing-edition-installazione-vista-completa-finale

084-thermaltake-view37-riing-edition-installazione-vista-completa-finale

085-thermaltake-view37-riing-edition-installazione-vista-completa-finale

Vi possiamo garantire che questo particolare chassis sarà in grado di catturare la vostra attenzione e quella dei vostri amici. Non possiamo che ritenerci molto soddisfatti dell’ottimo lavoro svolto dal produttore taiwanese.


Per concludere, abbiamo effettuato delle prove per verificare le potenzialità del nuovo View 37 Riing Edition e le temperature che si possono registrare durante l’utilizzo dello stesso. Abbiamo rilevato le temperature dei vari componenti sia a riposo che a pieno carico in modo da valutare l’efficienza del ricircolo interno dell’aria.

Ricordiamo che i risultati sono stati ottenuti utilizzando non soltanto le ventole presenti nella configurazione “base” del cabinet, ma anche quelle previste nella dotazione dell’impianto di raffreddamento a liquido Thermaltake Water 3.0 Extreme S, di tipo All-in One.

Le temperature sono state monitorate utilizzando i software HWiNFO64 e GPU-Z. Le rilevazioni sono state eseguite per circa 15 minuti, sia in Idle che in Full-Load. Durante i test in laboratorio, la temperatura ambiente rilevata al momento dei nostri test è stata di 24° C. Le nostre prove sono state condotte utilizzando i seguenti programmi:


  • AIDA64 Extreme v5.99.4900 Stability Test (per lo stress del microprocessore);
  • Unigine Heaven Benchmark v4.0 (per lo stress della scheda grafica discreta).

Durante le prove sia la scheda grafica che il microprocessore sono stati mantenuti entro le specifiche previste dai rispettivi produttori. Precisiamo che quest’ultimo è stato sottoposto a delid e sostituzione della TIM originale, al fine di incrementare l’efficienza nello scambio termico tra Die ed Heat-Spreader integrato (IHS).


Thernaltake View 37 Riing Edition – Temperature rilevate


Temperature-CPU-VGA_-_ok

In considerazione delle tempere rilevate non possiamo che ritenerci pienamente soddisfatti dal prodotto. Il nuovo cabinet di Thermaltake, infatti, è contraddistinto da un’elevata cura dei materiali e da una buona aerazione interna, a tutto vantaggio delle temperature d’esercizio dei componenti installati. Il livello di rumorosità massimo raggiunto non è mai stato eccessivo o fastidioso, segno che la serie Riing 140 LED risulta di ottima qualità, capace di generare un buon flusso d’aria pur senza rinunciare al massimo comfort acustico.