INNO3D iCHILL RGB DDR4-4000 16GB Dual-Channel Kit AURA [RCX2-16G4000A]

Benchmark Sintetici Prestazioni - Parte Quinta


Intel Extreme Tuning Utility (XTU) 6.4.1.25


La Intel Extreme Tuning Utility è una tecnologia sviluppata da Intel allo scopo di fornire all’utente una particolare interfaccia utilizzabile dal sistema operativo attraverso cui dialogare direttamente con il BIOS della scheda madre e poter quindi agire sui settaggi più profondi del sistema (tra cui anche quelli per l’overclock) senza dover riavviare il sistema e attraverso un utility software certamente più semplice e intuitiva di quanto possa essere la scarna interfaccia di un tradizionale BIOS.

La vera novità introdotta d questa tecnologia risiede nel fatto che Intel ha fornito ai produttori di motherboard alcune istruzioni e una utility apposita per fornire agli utenti un set più o meno ampio di possibilità di intervento sul BIOS. In altre parole, attraverso l’implementazione di determinate funzionalità all’interno di questo programma, Intel permette ai produttori di decidere quali di queste istruzioni potranno utilizzare i consumatori.

In questo modo, gli utenti non solo possono cambiare parametri come timing e frequenze, ma possono monitorare la temperatura, le tensioni e le frequenze. La tecnologia per migliorare le prestazioni della memoria RAM, conosciuta come Intel Extreme Memory, può anch’essa essere controllata attraverso questa utility.

Gli utenti sono liberi inoltre di creare profili personalizzati per i vari contesti di utilizzo del sistema (overclock per videogiochi ad alte prestazioni, oppure sistema a valori standard durante la navigazione in Internet). Intel ha voluto presentare tale tecnologia come una sorta di “BIOS sul desktop di Windows”. Abbiamo eseguito i test per le ram con le seguenti impostazioni:


  • Livello 1 (Specifiche Intel 1DPC/SR) – Memorie a 2.667MHz – Timing CL16-16-16-39-2T – 1,20V;
  • Livello 2 (Parametri Default/X.M.P.) – Memorie a 4.000MHz – Timing CL19-25-25-45-2T – 1,40V;
  • Livello 3 (Overclock Manuale) – Memorie a 4.133MHz – Timing CL16-16-16-34-1T – 1,45V.

Memorie a 2.667MHz – Timing CL16-16-16-39-2T – 1,20V


080-inno3d-ichill-memory-ddr4-screen-xtu-2667


Memorie a 4.000MHz – Timing CL19-25-25-45-2T – 1,40V


081-inno3d-ichill-memory-ddr4-screen-xtu-4000


Memorie a 4.133MHz – Timing CL16-16-16-34-1T – 1,45V


082-inno3d-ichill-memory-ddr4-screen-xtu-4133

Nel grafico il risultato rilasciato al termine del benchmark integrato, espresso in Punti.



Considerazioni sui Test


Le iCHILL Memory RGB DDR4 4.000MHz CL19 RCX2-16G4000A non hanno manifestato alcun problema di sorta durante tutta l’esecuzione dei test e nelle svariate ore di utilizzo quotidiano a cui le abbiamo sottoposte. Tra i principali punti di forza di queste memorie segnaliamo una stabilità davvero eccezionale non soltanto ai valori di targa, ma anche in condizione di discreto overclock, impostando manualmente frequenze, latenze e tensione di alimentazione. Le potenzialità offerte in tal senso sono più che buone e dimostrano non soltanto l’ottima qualità costruttiva dei moduli in sé, ma soprattutto l’efficacia della selezione degli ICs da parte del produttore asiatico.

Nello specifico sono stati scelti degli eccellenti “K4A8G085WB-BCPB” a 20 nanometri di Samsung, capaci di notevoli potenzialità in overclocking, riuscendo a scalare ottimamente in frequenza all’aumentare della tensione di alimentazione, pur senza scaldare eccessivamente e al tempo stesso consentendo un buon margine di manovra nell’impostazione delle latenze.

Le prestazioni offerte sono di ottimo livello. L’aumento della frequenza operativa delle memorie RAM garantisce buoni benefici, in termini di pure prestazioni, nella maggior parte degli applicativi testati, specialmente con quelli particolarmente sensibili alla larghezza di banda, come i software di compressione WinRAR e 7-Zip ed i test sintetici di AIDA64 e Sandra 2018. Un discreto incremento prestazionale è osservabile anche con il RealBench di ASUS, nella suite Geekbench 3 e nell’Extreme Tuning Utility (XTU) di Intel.

Ricordiamo che i risultati raggiunti sono stati realizzati usando il solo raffreddamento passivo originale previsto dal produttore. Siamo pienamente soddisfatti del comportamento di questo KIT di memoria, gli appassionati di overclocking e/o modding troveranno in questo prodotto una sicura risposta alle proprie esigenze di prestazioni, affidabilità ed estetica appagante, anche grazie all’illuminazione a LED di tipo RGB completamente personalizzabile.

Ora passiamo al rilevamento delle temperature di esercizio del kit.