INNO3D iCHILL RGB DDR4-4000 16GB Dual-Channel Kit AURA [RCX2-16G4000A]

Specifiche Tecniche

Con le nuove soluzioni iCHILL Memory DDR4 la nota azienda asiatica INNO3D debutta ufficialmente nell’affollato mercato delle memorie RAM ad alte prestazioni con l’obiettivo di rappresentare una valida alternativa alle proposte dei marchi più blasonati del settore, assicurando un elevato livello prestazionale e potenzialità in overclocking, unito ad un aspetto estetico intrigante e reso ancor più accattivante dalla presenza, in alcuni modelli, di un sofisticato sistema di illuminazione a LED RGB completamente personalizzabile e con pieno supporto alla tecnologia AURA Sync.

016-inno3d-ichill-memory-ddr4-intro-specifiche

In questa prima fase, come comprensibile, non possiamo certo contare su un listino estremamente ricco di modelli, tuttavia quelli previsti sono più certamente più che sufficienti per coprire un vasto bacino di utenza. Troviamo, infatti, sia kit in configurazione Single-Channel che Dual-Channel, con capacità complessive che spaziano da 4GB a 16GB e frequenze operative in grado di raggiungere quota 4.000MHz, in abbinamento ad ottime latenze grazie all’accurata selezione degli ICs da parte del produttore.

017a-inno3d-ichill-memory-ddr4-specifiche-modelli-disponibili

Le memorie gentilmente inviate dall’azienda per questo nostro articolo sono, nello specifico, le iCHILL RGB DDR4 4.000MHz CL19 RCX2-16G4000A. Queste particolari memorie sono progettate per offrire prestazioni massime, anche in condizioni fuori specifica, sulle più diffuse piattaforme desktop di fascia mainstream, preferibilmente Intel vista l’elevata frequenza operativa di targa.

Il kit viene commercializzato in configurazione Dual-Channel a doppio banco da 8.192MB e supporta pienamente la revisione 2.0 della tecnologia X.M.P. (Extreme Memory Profiles). Ciò garantisce un valido aiuto per il raggiungimento dei valori di targa, semplicemente abilitando l’omonima funzione all’interno del BIOS della propria scheda madre. Il produttore, infatti, configura le frequenze e le latenze in overclock a cui certifica i suoi moduli direttamente all’interno dell’SPD delle memorie, creando uno o più profili.

Sarà poi compito della scheda madre quello di permettere, in caso sia rilevato tale supporto da parte dei moduli, di accedere ai suddetti profili e impostarli, configurando in maniera del tutto automatica tutti i parametri, al fine di migliorare le prestazioni e allo stesso tempo di impedire qualsiasi tipo di errore, da parte dell’utente meno esperto, durante la configurazione del sistema.

018-inno3d-ichill-memory-ddr4-specifiche-immagine-modulo

Nella tabella sottostante riportiamo le principali caratteristiche tecniche delle memorie oggetto della nostra recensione:

Grazie alla sua professionalità ed agli elevati standard produttivi adottati INNO3D offre una copertura in garanzia di tipo Lifetime su tutta la gamma iCHILL Memory DDR4. Ogni modulo è preventivamente testato e certificato per operare in maniera stabile secondo le specifiche, che prevedono per questo specifico modello una frequenza operativa di ben 4.000MHz, unita a latenze pari a 19-25-25-45 e tensione di alimentazione massima di 1.40v.

Non manca, ovviamente, la piena compatibilità verso lo standard JEDEC, con profilo preimpostato a frequenza operativa di 2.133MHz in abbinamento ad una tensione di alimentazione massima di 1.20v. Di seguito vi mostriamo i profili delle memorie tramite il BIOS della scheda madre ASRock Z390 Taichi Ultimate usata per la nostra recensione:

019-inno3d-ichill-memory-ddr4-specifiche-screen-BIOS-spd

Inseriamo anche le schermate dei software CPU-Z, AIDA64 Extreme e Thaiphoon Burner, capaci di mostrare tutte le informazioni relative al contenuto dell’SPD dei moduli di memoria in esame, nonché tutta una serie di ulteriori dettagli sugli ICs scelti dal produttore.

020-inno3d-ichill-memory-ddr4-specifiche-screen-cpuz-spd

Schermata software CPU-Z

021-inno3d-ichill-memory-ddr4-specifiche-screen-aida64-spd

Schermata software AIDA64 Extreme

022-inno3d-ichill-memory-ddr4-specifiche-screen-thaiphoon-burner-dettagli

Schermata software Thaiphoon Burner

Impostando il profilo XMP 2.0 direttamente dal BIOS della scheda madre, abbiamo rilevato che i voltaggi ed i timing vengono correttamente impostati, pertanto non possiamo che consigliarne l’uso su piattaforma Intel. Potete trovare ulteriori dettagli sul prodotto a questo indirizzo. Ora è il momento di osservare da vicino i moduli di memoria.