ASRock X570 Steel Legend – AMD X570 – Socket AM4

Sistema di Prova e Metodologia di Test

Nella tabella che segue vi mostriamo il sistema di prova utilizzato per i test di questa nuova scheda madre:

Tutti i test eseguiti sono stati ripetuti per ben tre volte, al fine di verificare la veridicità dei risultati. L’hardware è stato montato su di un banchetto di produzione DimasTech.

Per meglio osservare le potenzialità offerte non soltanto dal prestante microprocessore per sistemi desktop AMD Ryzen 9 3900X (12C/24T), ma soprattutto dalla nuovissima scheda madre ASRock X570 Steel Legend, abbiamo condotto le nostre prove basandoci su due differenti livelli d’impostazione, preventivamente testati al fine di non incorrere in problemi causati dall’instabilità:


  • Default: AMD Ryzen 9 3900X Default (3.8/4.6GHz) / Precision Boost Abilitato / RAM 3.200MHz 15-15-15-35-50-1T / Infinity Fabric Clock (FCLK) 1.600MHz;

Per questo profilo ci siamo mantenuti fedeli alle specifiche di riferimento di AMD per quanto riguarda il microprocessore e i principali parametri operativi (Memoria RAM e tensioni di alimentazione).

Di conseguenza abbiamo lasciato attiva la tecnologia proprietaria Precision Boost e rispettato quella che è la massima frequenza certificata per il comparto di memoria in abbinamento ad un microprocessore Pinnacle-Ridge e a moduli Single Sided in configurazione 1DPC (singolo modulo per canale), ovvero 3.200MHz.


  • OC-Daily: AMD Ryzen 9 3900X Overclock (4.35GHz All-Core) / Precision Boost Disabilitato / RAM 3.600MHz 16-16-16-32-48-1T / Infinity Fabric Clock (FCLK) 1.800MHz;

Al contrario del precedente livello d’impostazione, il nostro profilo “OC Daily” prevede un’overclocking di tipo manuale dei principali parametri operativi, limitandoci ad un livello facilmente raggiungibile e soprattutto idoneo ad un utilizzo quotidiano, senza la necessità di ricorrere a sistemi di raffreddamento non convenzionali.

Per quanto riguarda il microprocessore, di conseguenza, abbiamo ritenuto più che ottimale una frequenza finale di 4.350MHz, impostata in maniera costante su tutti i core (senza quindi sfruttare in alcun modo la tecnologia di boost clock automatica di AMD) e per la quale è bastata una tensione di alimentazione di poco superiore ad 1.32v.

Riguardo il comparto di memoria abbiamo scelto di applicare una frequenza finale pari a 3.600MHz, in abbinamento a latenze di 16-16-16-34-48-1T e tensione di alimentazione di circa 1.42v. Per stabilizzare si è reso necessario mettere mano anche al VDDCR SOC Voltage, raggiungendo quota 1.05v.

La scheda grafica utilizzata, una INNO3D GeForce RTX 2080 SUPER Twin X2 OC, è stata mantenuta entro le specifiche previste dal produttore (1.650MHz/1.938MHz/1.830MHz). I driver utilizzati sono gli NVIDIA Game Ready 436.48, provvisti di certificazione WHQL.

Il sistema operativo, Microsoft Windows 10 Pro May 2019 Update X64, è da intendersi privo di qualsiasi ottimizzazione particolare, ma comprensivo di tutti gli aggiornamenti rilasciati fino al giorno della stesura di questo articolo (Versione 1903 – build 18362.418).

Per i test riferiti alle pure prestazioni di storage ci siamo avvalsi del Samsung SSD 750 EVO da 500GB SATA III 6Gb/s, del nuovo Gigabyte AORUS 1TB PCIe 4.0 x4 NVMe SSD e del modello Angelbird SSD2go PKT da 256GB.



Queste le applicazioni interessate, suddivise in quattro tipologie differenti:


Prestazioni Rendering e Calcolo


  • Cinebench R11.5 64bit;
  • Cinebench R15 64bit;
  • Cinebench R20 64bit;
  • POV Ray 3.7 64bit;
  • V-Ray Next Benchmark 4.10.07 64bit;
  • Indigo Benchmark 4.0.64 64bit;
  • Corona Benchmark 1.3 64bit;
  • Blender 2.80 64bit;
  • Euler3D Benchmark v2.2;
  • Fritz Chess Benchmark v4.3;
  • WPrime Benchmark v2.10;
  • SiSoftware Sandra 2020;
  • AIDA64 Extreme 6.10.5206 Beta.

Prestazioni Multimedia e Compressione


  • WinRAR 5.80 Beta2 64bit;
  • 7-Zip 19.00 64bit;
  • VeraCrypt 1.24;
  • HWBOT RealBench 2.44;
  • HWBOT X265 Benchmark 2.2.0;
  • 3DMark 11 Advanced Edition v1.0.132;
  • 3DMark Advanced Edition v2.10.6799;
  • PCMark 10 Professional Edition v2.0.2144 64bit;
  • Unigine2 Superposition Benchmark v1.1.

Prestazioni Giochi DirectX 11 / DirectX 12


  • Assassin’s Creed Odyssey – DX11;
  • F1 2018 – DX11;
  • FarCry 5 – DX11;
  • Shadow of the Tomb Raider – DX12;
  • Deus Ex Mankind Divided – DX12.

Prestazioni Controller (USB 3.2 Gen1 & 3.2 Gen2 / SATA III 6Gb/s / Hyper M.2 PCIe 4.0 x4)


  • Crystal Disk Mark 6.0.2;
  • ATTO Disk Benchmark 3.05.

Ora siamo pronti per andare ad osservare i risultati da noi ottenuti.