Shuttle XPC Cube SH370R8 Barebone: Compatto è performante!

Features Principali


Il nuovo Barebone XPC Cube SH370R8 vanta un design veramente molto elegante e sobrio. Lo chassis, realizzato in alluminio, ha un volume di appena 14.2 litri, vale a dire un terzo rispetto ad un tradizionale cabinet Midi-Tower. Tuttavia, nonostante le sue piccole dimensioni, è ricco di funzionalità molto interessanti, a cominciare dal pieno supporto per i recenti microprocessori Intel di ottava e di nona generazione basati su architettura Coffee Lake e Coffee Lake Refresh, e dalla possibilità di installazione di prestanti schede grafiche discrete a doppio slot.

Ovviamente tutti coloro che intendono realizzare un sistema contraddistinto da consumi energetici il più contenuti potranno valutare di sfruttare la sola componente grafica integrata all’interno della CPU, capace di garantire prestazioni comunque più che dignitose.

Questo nuovo prodotto, inoltre, consente l’installazione di prestanti unità SSD di tipo M.2 PCIe di ultima generazione (su bus PCIe 3.0 x4 a 32Gb/s), di ben quattro HDD meccanici con form-factor standard 3.5” (includendo il pieno supporto alle tecnologie RAID 0/1/5 e 10) e di un massimo di ben 64GB (esteso a ben 128GB con l’ultimo update BIOS) di memoria RAM ad alte prestazioni DDR4-2400/DDR4-2666. Appare innegabile come le potenzialità offerte da questo “piccolo” Barebone siano veramente notevoli.

Di seguito vi proponiamo una breve descrizione di quelle che sono le principali funzionalità, così come dichiarate dal produttore:


Supporto verso microprocessori Intel di 8th e 9th generazione grazie al PCH H370 Express


Il nuovo Barebone messo a punto da Shuttle garantisce il pieno supporto verso tutti i microprocessori Intel LGA-1151 di ottava e nona generazione, basati su architettura Coffee Lake, spaziando dai modelli più economici di classe Celeron e Pentium, fino ad arrivare ai più prestanti Core i3, Core i5, Core i7 e Core i9 (inclusi i modelli sbloccati appartenenti alla serie K).


Supporto alla tecnologia Intel Optane Memory


Oltre a quanto riportato pocanzi il nuovo PCH serie 300 implementa il pieno supporto verso le recenti soluzioni Intel Optane basate sull’innovativa tecnologia di memoria 3D XPoint, sviluppata dal colosso di Santa Clara in stretta collaborazione con Micron. L’obiettivo delle unità di caching basate su questa interessante tecnologia è l’accelerazione intelligente delle operazioni più comuni, raggiungendo ottimi livelli di fluidità e reattività anche su PC che, per motivi di costo, si trovano ad essere dotati di unità di memorizzazione di tipo tradizionale meccanico.


Supporto per l’installazione di schede grafiche Dual-Slot


Nonostante le ridotte dimensioni, l’ottima gestione degli spazi interni garantisce la possibilità di installazione di schede grafiche discrete a doppio slot, con dimensioni massime di 280 x 120 x 40 millimetri, rispettivamente per quanto riguarda la lunghezza, la larghezza e l’altezza.


Sistema di dissipazione del calore proprietario ICE 2


Il sistema di raffreddamento proprietario I.C.E. 2 (Integrated Cooling Engine 2), brevettato dall’azienda e provvisto di regolazione automatica della velocità di rotazione della ventola, garantisce una migliore stabilità del sistema e una maggiore silenziosità durante il funzionamento. Grazie alla presenza di una serie di heatpipes in rame di buon diametro il calore generato dal microprocessore centrale viene efficientemente trasferito sulla massa radiante e rapidamente espulso all’esterno dello chassis grazie alla ventola da 92 millimetri opportunamente orientata in estrazione.


Gestione intelligente dei flussi d’aria e raffreddamento attivo delle unità di archiviazione


L’aria calda viene espulsa dallo chassis attraverso una serie di condotti speciali, evitandone il ristagno e, di conseguenza, il surriscaldamento anomalo delle varie componenti interne, a tutto vantaggio della longevità e della stabilità operativa. Il produttore ha inoltre previsto una ventola frontale espressamente pensata per la continua immissione di aria fresca all’interno del cabinet, oltre che per il corretto raffreddamento delle eventuali unità di memorizzazione installate nell’apposito cestello.

L’utilizzo dell’alluminio come materiale utilizzato per la realizzazione del telaio presenta vantaggi notevoli. Questo elemento, infatti, offre un rapporto ideale tra peso e solidità, non arrugginisce e non è magnetico. La sua conducibilità termica è inoltre molto superiore a quella dell’acciaio. È insomma un materiale perfetto per un mini PC.


Comunicazione a grande velocità


La doppia interfaccia di rete Gigabit LAN integrata e basata su efficienti controller Intel di ultima generazione garantisce elevate velocità di comunicazione e trasferimento dei dati, potendo contare sul supporto alle funzioni Teaming e Wake ON LAN. Addio colli di bottiglia sia sulla rete aziendale che sulla connessione Internet domestica!


Supporto per schede di espansione PCI-Express


Oltre al tradizionale slot PCI-Express X16 Gen3, dedicato sostanzialmente all’installazione dell’eventuale soluzione grafica discreta, il Barebone di Shuttle prevede anche un secondo slot PCI-Express, questa volta di tipo X4 Gen3, pensato per l’aggiunta di controller dischi supplementari, schede audio dedicate, soluzioni di acquisizione e quant’altro, garantendo all’utente una buona flessibilità di espansione.


Supporto 4K Ultra HD (UHD)


Le uscite video HDMI e DisplayPort di cui è provvisto il mini PC consentono di collegare schermi digitali ad alta risoluzione. A seconda del processore e del modello si possono sfruttare risoluzioni fino a 4K/Ultra HD (3840×2160) a garanzia di un dettaglio e di una pulizia dell’immagine ai massimi livelli. Oltre ai segnali dati, sia il cavo HDMI che il DisplayPort trasmettono anche audio con una qualità eccellente.


Presenza di una coppia di slot di espansione di tipo M.2


La scheda madre messa a punto da Shuttle per questo mini PC prevede la presenza di una coppia slot di espansione di tipo M.2 PCI-Express, nello specifico uno slot M.2 2280 Type M, dedicato all’installazione delle più recenti unità di memorizzazione (incluse quelle basate su protocollo NVMe), ed un’ulteriore slot M.2 2230 Type E, pensato per il collegamento di eventuali moduli di rete wireless.


Equipaggiato con alimentatore provvisto di certificazione 80Plus Silver


La nuova soluzione di Shuttle è equipaggiata con un potente alimentatore PC63J da 500W con certificazione 80Plus Silver a garanzia dell’elevata efficienza e risparmio energetico. La potenza messa a disposizione garantisce la possibilità di gestire adeguatamente anche configurazione di alto livello, con molteplici unità di archiviazione ed eventuali soluzioni grafiche di fascia alta.

Caricamento