Crucial Ballistix MAX RGB DDR4 32GB 4.400MHz CL19 Dual-Channel Kit [BLM2K16G44C19U4BL]

Conclusioni



Le nuove Ballistix MAX RGB DDR4 BLM2K16G44C19U4BL, oggetto di questa recensione, identificano questo trend della casa produttrice e rappresentano un ulteriore passo verso l’utenza alla ricerca di prodotti prestanti acquistabili ad un prezzo competitivo.

I moduli appartenenti a questa linea di prodotti prevedono, oltre che un’accurata selezione degli ICs, anche un particolare circuito stampato (PCB), espressamente progettato per garantire una notevole pulizia del segnale ed una minore resistenza elettrica così da ridurre sensibilmente i consumi energetici e le temperature di esercizio, a tutto vantaggio dell’efficienza e delle potenzialità in overclocking.

Non ultimo viene anche coniugata un’estetica del tutto accattivante che saprà certamente attrarre gli appassionati di modding o più semplicemente tutti coloro che amano tenere a vista i componenti del proprio PC. La presenza di un sofisticato sistema di illuminazione a LED integrato, inoltre, garantisce un risultato visivo ancor più d’impatto, capace di sposarsi alla perfezione all’interno delle più moderne postazioni da gioco.

Nello specifico il produttore americano ha scelto di adottare un’illuminazione di tipo RGB completamente personalizzabile tramite software di gestione proprietario (Ballistix M.O.D. Utility) oppure direttamente tramite il sistema di controllo previsto nella maggior parte delle schede madri di ultima generazione, come ad esempio le tecnologie proprietarie AURA di ASUSTek, Polychrome RGB di ASRock, RGB Fusion di GIGABYTE e MysticLight di MSI.

Del tutto generosa la capacità messa a disposizione, pari a ben 32B suddivisi in due moduli identici da 16.384MB ciascuno. La frequenza operativa di targa di ben 4.400MHz, unita a latenze pari a 19-19-19-46, anche se più difficoltosa da “gestire” su piattaforma AMD (discorso ben diverso sulle più recenti piattaforme Intel di classe mainstream), assicura senza dubbio un maggiore margine di manovra, offrendo la possibilità di creare profili ad alta frequenza e latenze più rilassate oppure a frequenza inferiore ma con timing più spinti. Proprio in quest’ultimo caso è possibile mettere a punto quello che possiamo definire lo “sweet-spot” ideale su piattaforme AMD di fascia media di ultima generazione, ovvero 3.600MHz, mantenendo senza problemi un rapporto di sincronia con l’Infinity Fabric (FCLK) a tutto vantaggio delle latenze.

Pienamente supportata l’ultima revisione 2.0 della tecnologia XMP (Extreme Memory Profiles). Questo garantisce un valido aiuto per il raggiungimento dei valori di targa, semplicemente abilitando l’omonima funzione all’interno del BIOS della propria scheda madre. Dal punto di vista dell’overclock l’accurata selezione degli ICs proprietari (in questo caso degli eccellenti Micron CT40A2G8VA-045M:B di ultima generazione sviluppati con processo produttivo a 17 nanometri), garantisce indubbiamente ottime potenzialità, senza la necessita di aumentare eccessivamente la tensione di alimentazione.

Nelle nostre prove, infatti, abbiamo raggiunto senza alcun problema sia una frequenza di 3.600MHz con latenze più spinte rispetto a quelle di targa (14-16-16-34-1T) e applicando una tensione di alimentazione pari ad appena 1.42v, e sia una frequenza ben superiore, pari a ben 4.600MHz, mantenendoci fedeli ai valori di targa.

L’azienda americana, inoltre, ha previsto l’utilizzo di un particolare dissipatore di calore in alluminio dotato di accorgimenti specifici pensati per garantire la massima efficienza nello smaltimento del calore generato, contribuendo non soltanto ad accrescere la longevità, ma soprattutto ad assicurare la massima stabilità operativa possibile dei moduli, anche in condizioni sfavorevoli.

La costruzione appare estremamente solida ed i materiali indubbiamente di ottima qualità. Grazie al suo design a medio-basso profilo, inoltre, difficilmente vi saranno “fastidi” in fase di montaggio, anche utilizzando dissipatori per CPU particolarmente voluminosi. Abbiamo potuto constatare che le memorie si mantengono “fresche” anche dopo sessioni prolungate di lavoro. Non abbiamo mai avuto crash o blocchi improvvisi dovuti all’aumento delle temperature di esercizio.

Le nuove Ballistix MAX RGB DDR4 BLM2K16G44C19U4BL, sono disponibili su Amazon Italia al prezzo di 525,35 € IVA Compresa, cifra certamente non alla portata di tutti, ma in ogni caso, allineata a quella della maggior parte dei nuovi kit DDR4 di pari capacità e caratteristiche tecniche. Un valore aggiunto, oltre alla consueta qualità che contraddistingue i prodotti dell’azienda americana, è rappresentato da una copertura in garanzia di tipo “Lifetime”.


Pro:


  • Ottima qualità costruttiva e materiali;
  • Dissipatore in alluminio efficiente e dal design accattivante ed unico;
  • Design a medio-basso profilo capace di garantire la massima compatibilità;
  • Spettacolare sistema di illuminazione a led RGB, completamente personalizzabile tramite software di gestione proprietario Ballistix M.O.D. Utility;
  • Pieno supporto verso le principali tecnologie di illuminazione in circolazione (AURA, MysticLight, Fusion, Polychrome RGB etc.);
  • Ottime prestazioni complessive;
  • Espressamente ottimizzate per piattaforme Intel ed AMD di ultima generazione;
  • Frequenza operativa di targa pari a ben 4.400MHz;
  • Buona propensione all’overclocking grazie all’accurata selezione degli ICs proprietari (Micron);
  • Tensione di alimentazione di 1.40v;
  • Supporto alla tecnologia Intel XMP 2.0;
  • Generosa capacità complessiva (32GB);
  • Certificazione Dual-Channel;
  • Garanzia a vita.

Contro:


  • Nulla da segnalare.

Si ringrazia Crucial per il campione fornitoci.

Gianluca Cecca – delly – Admin di HW Legend


 

Newsletter HW Legend


Caricamento