ASRock Z690 Taichi – Intel Z690 Chipset – LGA-1700

ASRock Z690 Taichi: La scheda - Parte Seconda

Il produttore, come vedremo dalle immagini, ha previsto l’utilizzo di particolari Heatsink in alluminio di tipo “Full-Coverage M.2”, in grado di assicurare il corretto ed efficiente smaltimento del calore generato dalle sempre più prestanti unità in commercio al fine di prevenire il fenomeno del Thermal Throttling e assicurare così prestazioni velocistiche ai massimi livelli in ogni circostanza.

Nelle vicinanze osserviamo il chip dedicato al monitoraggio di tutte le risorse hardware e del controllo delle ventole connesse alla scheda madre, precisamente un Nuvoton NCT6686D.

La gestione dell’audio è affidata all’ormai noto Codec Realtek ALC1220, capace di offrire supporto Audio HD a 8 canali, Input/Output su S/PDIF a 16/20/24bit e frequenze di campionamento fino a 192kHz. Oltre a questo è presente un potente DAC per audio front-panel ESS SABRE9218 da 130dB(A) SNR e 112dB(A) THD+N con supporto per cuffie ad alta impedenza (fino a 600Ohm).

Grazie alla tecnologia Nahimic Audio di SteelSeries vengono offerti all’utente tutti gli strumenti necessari per attuare una serie di miglioramenti sulla qualità della riproduzione, al fine di ottenere un suono chiaro e cristallino in qualsiasi ambito di utilizzo, dall’ascolto dei propri brani musicali preferiti, alle più impegnative sessioni di gioco.

Per eliminare qualsiasi tipo d’interferenza elettromagnetica (EMI), oltre ad essere prevista una particolare schermatura, è stato completamente isolato il circuito audio dagli altri circuiti sulla scheda madre. L’utilizzo di condensatori audio WIMA ad alta qualità, inoltre, incrementa ulteriormente la pulizia e l’equilibratura del suono, raggiungendo un livello tale da soddisfare anche gli audiofili più esigenti.

La scheda dispone di un’interfaccia di rete Gigabit Ethernet (10/100/1000 Mb/s) basata su controller Intel. Nello specifico troviamo un rodato i219-V, capace di assicurare prestazioni ottimali grazie ad un utilizzo veramente molto limitato del processore centrale durante il normale funzionamento e risultare pienamente compatibile con le specifiche IEEE 802.3u per 10/100Mbps Ethernet e IEEE 802.3ab per i 1000Mbps Ethernet e 802.3az Energy Efficient Ethernet.

Inoltre, il produttore taiwanese ha implementato su questo particolare modello anche un’ulteriore interfaccia di rete, questa volta però di tipo 2.5-Gigabit Ethernet (10/100/1000/2500 Mb/s) e gestita dall’ottimo controller Killer E3100 di Intel.

Presente anche un modulo Wi-Fi/Bluetooth preinstallato in un apposito connettore M.2 E-Key dedicato, collocato poco sotto lo slot PCI-Express principale. Nello specifico è stato previsto un modulo in formato M.2-2230 di produzione Intel, precisamente il modello Killer Wi-Fi 6E AX1675 (AX210NGW), con piena certificazione Wi-Fi 6E 802.11ax (fino a 2.400Mbps) e Bluetooth 5.3.

La nuova Z690 Taichi, inoltre, è tra le soluzioni del marchio taiwanese ad implementare anche la tecnologia BIOS Flashback, espressamente pensata per consentire la riprogrammazione senza la necessità di avviare il sistema (anche in assenza di componenti principali come CPU, RAM etc.), semplicemente copiando il file BIOS, opportunamente rinominato (“creative.rom”), nella root di una comune pendrive USB formattata con file system FAT32, e premendo l’apposito pulsante collocato nel pannello posteriore I/O della scheda madre.

Come di consueto, nella parte bassa della piastra trovano posto vari connettori per ventole, audio, USB 2.0, strisce LED RGB, switch con funzionalità Clear CMOS e il pannello con i collegamenti alle funzioni dello chassis. Non manca un sempre utile Debug Display a segmenti che consente l’identificazione immediata di eventuali problemi di funzionamento, oltre ai classici pulsanti di accensione/spegnimento e reset della macchina, ormai presenti sulla maggior parte delle schede madri di fascia alta.

Del tutto generoso il quantitativo di porte USB 3.2 Gen1x1 (5Gbps) presenti, ben otto porte, delle quali quattro direttamente accessibili nel pannello posteriore I/O, ed ulteriori quattro sfruttabili utilizzando gli appositi header on-board. La scheda supporta pienamente anche i più prestanti standard USB 3.2 Gen2x1 (10Gbps) e USB 3.2 Gen2x2 (20Gbps).

Il produttore ha previsto, per il primo, la presenza di due porte, precisamente due Type-A collocate nel pannello posteriore I/O, mentre per il secondo è previsto un header Front Panel Type-C verticale. Non manca, inoltre, il pieno supporto verso l’ancor più prestante standard USB 4.0/Thunderbolt 4 da ben 40Gbps, con due connessioni Type-C collocate nel pannello posteriore I/O della scheda.

La gestione di tutte queste connessioni è affidata esclusivamente al nuovissimo PCH Z690 Express di Intel. Comunemente alla maggior parte delle soluzioni, il nuovo PCH (Platform Controller Hub) è adeguatamente raffreddato da un dissipatore di calore di tipo passivo, in questo caso di generose dimensioni ed esteticamente curato in modo tale da riprendere i tratti caratteristici della nuova linea di prodotti Taichi.

Completiamo la descrizione della scheda madre mostrandovi un’immagine del pannello posteriore I/O, davvero molto completo, comprendente:


  • 2 x Porte per Antenne Wi-Fi 6E;
  • 1 x Switch BIOS Flashback;
  • 1 x Uscita video HDMI;
  • 1 x Uscita S/PDIF Ottica;
  • 5 x Uscite Audio Jack con LED;
  • 4 x Porte USB 3.2 Gen1x1 (5Gbps) Type-A (colore azzurro);
  • 2 x Porte USB 3.2 Gen2x1 (10Gbps) Type-A (colore blu);
  • 2 x Porte USB 4.0/Thunderbolt 4 (40Gbps) Type-C (colore nero);
  • 1 x Porta LAN RJ45 Gigabit (colore nero);
  • 1 x Porta LAN RJ45 2.5-Gigabit (colore blu).

Come vediamo il produttore ha previsto una particolare copertura per il pannello I/O, pensata per proteggere le parti cruciali in prossimità del pannello dall’elettricità statica, ed evitare l’accumulo di polvere.

Decisamente degna di nota la presenza di un sofisticato sistema di ingranaggi in pieno stile “Taichi” provvisto di motore integrato che ne consente il movimento in presenza di alimentazione, una vera chicca per gli amanti delle particolarità che saprà certamente attirare l’attenzione fin dal primo sguardo.

Per maggiori informazioni visitate il sito ufficiale dedicato a questo prodotto, raggiungibile cliccando qui.

Newsletter HW Legend


Caricamento