INNO3D GeForce RTX 2080 SUPER TWIN X2 OC [N208S2-08D6X-11801167]

DX12-DXR: Metro Exodus

Indice


DX12-DXR: Metro Exodus


Metro Exodus è un videogioco action-adventure FPS del 2019, sviluppato da 4A Games e pubblicato da Deep Silver per PlayStation 4, Xbox One e PC. Si tratta del terzo capitolo della serie di videogiochi Metro, basata sui romanzi di Dmitrij Gluchovskij.

Ambientato nel 2036, due anni dopo gli eventi di Metro: Last Light, su una Terra post-apocalittica che è stata devastata 23 anni fa da una guerra nucleare. Il gioco continua la storia di “Redenzione”, Metro: Last Light. Il giocatore assume il ruolo di Artyom, 27 anni, che fugge dalla metropolitana di Mosca e parte per un viaggio, attraverso i continenti, con Spartan Rangers fino all’Estremo Oriente.

Artyom viaggia per la prima volta lungo il fiume Volga, non lontano dagli Urali, per raggiungere una locomotiva conosciuta come “Aurora” che viaggia verso est. La storia si svolge nel corso di un anno, a partire dal duro inverno nucleare nella metropolitana…

Quest’ultimo capitolo, oltre a sfruttare le ultime librerie DirectX 12, è tra i primi titoli ad implementare il pieno supporto al ray-tracing tramite API DirectX Raytracing (DXR) e alla tecnologia Deep Learning Super-Sampling (DLSS) di NVIDIA. I test sono stati condotti con il benchmark integrato usando i seguenti settaggi:


Al pari del precedente titolo testato anche in Metro Exodus l’abilitazione del ray-tracing in tempo reale assicura un’esperienza di gioco decisamente più realistica e coinvolgente, ovviamente sempre a costo di un significativo impatto in termini di prestazioni. Così come nel titolo di DICE, anche in Exodus l’abilitazione del DLSS andava a compromettere in maniera del tutto evidente la resa grafica, rendendola praticamente utile solamente a scopo benchmark ma difficilmente utilizzabile, soprattutto per i “puristi” dell’immagine, durante le normali sessioni di gioco.

Fortunatamente però il rilascio di un corposo aggiornamento di gioco, da parte di 4A Games, non si è fatto attendere, portando con sé numerosi fix e ottimizzazioni, che includono un miglioramento netto, in quanto a resa visiva, dell’implementazione della nuova tecnica NVIDIA.

Nei grafici che seguono vi mostriamo l’impatto prestazionale derivato dall’uso dei vari livelli previsti per il DXR (Alto e Ultra). Per quanto riguarda, invece, la tecnologia NVIDIA DLSS abbiamo inserito i risultati ottenuti in seguito alla sua abilitazione nelle uniche risoluzioni previste in abbinamento alla soluzione grafica in esame (GeForce RTX 2080 SUPER), ovvero in 1440p (2560 x 1440) e in 4K (3840 x 2160).