INNO3D GeForce RTX 2080 SUPER TWIN X2 OC [N208S2-08D6X-11801167]

NVIDIA Turing - Tecnologia NVLink a servizio del Multi-GPU SLI

Indice

Gli appassionati di videogiochi si affidano da tempo alla tecnologia Multi-GPU SLI di NVIDIA al fine di ottenere la migliore esperienza di gioco possibile alle alte risoluzioni e con dettagli grafici ai massimi livelli. Un “ingrediente” fondamentale per il corretto funzionamento di questa tecnologia è il cosiddetto Bridge, ovvero letteralmente il “ponticello” con cui vengono collegate le schede grafiche che compongono la nostra configurazione Multi-GPU, e che si fa carico del trasferimento dei dati di visualizzazione tra le stesse.

Fino a non molto tempo fa la maggior parte delle soluzioni grafiche NVIDIA implementava una doppia interfaccia di connessione Multiple Input/Output (MIO) da 1GB/s, indispensabile per consentire la comunicazione tra più di due schede grafiche, come ad esempio accadeva in caso di configurazioni 3-Way o 4-Way SLI.

Nello specifico la seconda interfaccia era necessaria dal momento che ognuna delle schede supplementari doveva avere modo di trasferire i fotogrammi renderizzati al display connesso alla GPU principale.

Con il debutto dell’architettura Pascal questa tradizione venne rivista, rendendo obbligato, al fine di migliorare la larghezza di banda nella comunicazione tra GPU, il collegamento contemporaneo di entrambe le interfacce disponibili in una sorta di modalità “dual-MIO”, aspetto che se da un lato ha di fatto limitato il supporto ufficiale SLI a configurazioni Multi-GPU fino a due schede grafiche in parallelo (2-Way), dall’altro ha rappresentato la soluzione ideale per l’utilizzo di display a risoluzioni elevate o configurazioni multi-monitor NVIDIA Surround.

Con la nuova architettura Turing tutto viene nuovamente stravolto, abbandonando definitivamente l’ormai obsoleta interfaccia MIO e sdoganando anche in ambito consumer l’utilizzo della tecnologia di interconnessione proprietaria NVLink, finora relegata al segmento professionale in abbinamento alle soluzioni grafiche Quadro, al fine di assicurare una connettività affidabile, ad alta larghezza di banda e bassa latenza tra coppie di GPU TU102 e TU104.

Grazie ad una larghezza di banda bidirezionale capace di raggiungere i 100GB/s, l’innovativa interconnessione messa a punto da NVIDIA rende possibile la suddivisione efficiente di elevati carichi di lavoro tra le singole GPU, introducendo la possibilità di sfruttare in modo condiviso la memoria video dedicata presente su ognuna delle schede grafiche collegate.

In ambito gaming l’ampia larghezza di banda e il canale inter-GPU dedicato di NVLink offrono nuove possibilità per la tecnologia SLI, come nuove modalità o configurazioni di visualizzazione a risoluzione più elevata. Nel caso di operazioni che richiedono l’uso di elevati quantitativi di memoria, come ad esempio utilizzando applicazioni di ray-tracing professionale, i dati della scena possono essere suddivisi sul frame buffer di entrambe le GPU e le richieste automaticamente instradate dall’hardware alla GPU corretta in base alla posizione della porzione di memoria allocata.

Nel processore grafico Turing TU102 sono implementati due collegamenti NVLink x8 di seconda generazione, capaci di assicurare una larghezza di banda di picco tra le due GPU pari a ben 50GB/s per direzione oppure 100GB/s in modo bidirezionale. Al contrario nelle GPU TU104 è previsto un singolo collegamento NVLink, che limita di fatto la larghezza di banda bidirezionale da 50GB/s (25GB/s per direzione).

In entrambi i casi viene assicurato un throughput più che sufficiente per un Multi-GPU SLI su singolo schermo a risoluzione 8K, oppure in abbinamento a configurazioni multi-monitor NVIDIA Surround con schermi 4K a frequenze di aggiornamento fino a 144Hz. Nel caso del Multi-GPU SLI tra due GeForce RTX 2080 Ti, grazie al doppio collegamento NVLink, viene addirittura esteso il supporto a configurazioni Surround con schermi 8K.

Al fine di sfruttare adeguatamente la nuova interconnessione sono stati messi a punto nuovi ponticelli, denominati NVLink Bridge.

NVIDIA ha previsto modelli, ovviamente esclusivamente di tipo rigido, con spaziatura standard pari a 3-slot oppure a 4-slot, così da assicurare che le esigenze di ogni utente siano soddisfatte.