Sharkoon Night Shark RGB: Cabinet per intenditori!

Principali Caratteristiche Tecniche e Funzionalità

Il nuovo Sharkoon Night Shark RGB si presenta con uno stile moderno, dai lineamenti decisi e lineari, dove gli unici profili curvilinei sono dati dalle due pinne sul pannello frontale; tutto sommato un cabinet al passo coi tempi, capace di coniugare eleganza ed aggressività allo stesso tempo.

Il cabinet è appositamente progettato per postazioni e configurazioni avanzate e ricercate di gaming, dato il look moderno e attraente del pannello laterale e frontale, entrambi in vetro temperato. Ottima risulta la presenza di ben tre ventole RGB in dotazione, in grado di emanare nell’ambiente circostante un effetto luminoso dal deciso impatto visivo.

Del modello Sharkoon Night Shark è prevista la commercializzazione, almeno per il momento, in una sola variante di colore, nello specifico completamente nera sia all’esterno che all’interno. L’unica nota di colore la possiamo rilevare nelle tre ventole (due frontali e una posteriore) provviste di illuminazione a LED RGB.

Il produttore ha deciso inoltre di commercializzare, per chi non fosse amante dell’illuminazione RGB, anche di una versione con ventole completamente a led rossi o blu, oltre ad una ulteriore completamente priva di ventole, denominata “Lite”.

Grazie all’adozione di materiali di qualità come l’acciaio SECC è stato possibile garantire una buona robustezza e durata nel tempo. Inoltre la presenza del vetro temperato della paratia frontale e laterale, conferiscono al prodotto un ulteriore valore aggiunto.

Dal punto di vista degli ingombri, le dimensioni pari a (L x P x A) 50,3 x 21 x 47,5 cm, risultano essere idonee e abbastanza spaziose per uno chassis in formato SSI EEB/SSI CEB/E-ATX/ATX/M-ATX/M-ITX e, come osserveremo nel corso dell’articolo, capaci di garantire non soltanto uno spazio interno più che buono, ma anche notevoli possibilità di integrazione sia di impianti a liquido di tipo tradizionale sia di quelle di tipo All-in-One con radiatori con lunghezza massima di 360mm ed un’altezza massima di 145mm di altezza ventola inclusa (solamente per la parte frontale).

Lo Sharkoon Night Shark RGB, prevede la possibilità di ospitare infatti un radiatore da 120 o 240mm sulla parte frontale, da 120/240/360mm sulla parte inferiore, da 120 o 240mm sulla paratia laterale ed uno da 120mm sul pannello posteriore. Volendo, potremmo installare due ventole da 120mm su frontale e sulla paratia laterale, ben tre da 120mm sul lato inferiore, mentre sul lato posteriore solamente una da 120mm.

Per quanto riguarda l’installazione di schede grafiche, il cabinet supporta una lunghezza massima di 420mm (ridotta 300mm se si installa un radiatore sul pannello laterale), inoltre il Night Shark dispone già di una staffa di supporto, regolabile in altezza e in lunghezza. Mentre per i dissipatori a torre, Sharkoon Night Shark supporta un’altezza massima di 160mm.

Non mancano, inoltre, accorgimenti specifici pensati per evitare l’accumulo di polvere all’interno sia dello chassis che dell’alimentatore, nello specifico troviamo dei comodi filtri facilmente rimuovibili in grado di rendere le operazioni di manutenzione e pulizia estremamente semplice e veloce.

Del tutto intelligente la gestione degli spazi interni, con accorgimenti mirati a garantire un’installazione semplice ed ordinata dei componenti hardware (da notare ad esempio il comparto dedicato al posizionamento dell’alimentatore reso isolato dal resto della configurazione, posizionato in alto), oltre che un più efficiente cable management al fine di offrire non soltanto un miglior ricircolo dell’aria all’interno dello chassis, ma soprattutto una vista più pulita ed elegante attraverso la generosa finestra laterale in vetro temperato.

Il pannello laterale destro del Sharkoon Night Shark RGB dispone di una presa d’aria, intagliata ad esagoni, che al tatto ricordano le squame. Questa sarà molto utile nell’espellere l’aria calda proveniente dalla componentistica montata nel pannello posteriore.

Il pannello I/O risulta ricco e completo, dotato di ben quattro connettori USB (due 3.0 e due 2.0), jack per cuffie e microfono, tasto di accensione e reset; quest’ultimo può essere utilizzato come switch per selezionare i vari effetti luminosi delle ventole, qualora la scheda madre installata non fosse provvista dell’apposito connettore.

Nella tabella che segue riportiamo le specifiche tecniche principali del cabinet, così come dichiarate dal produttore:

Le caratteristiche tecniche dichiarate rispecchiano appieno la volontà dell’azienda di realizzare uno chassis innovativo ed unico nel suo genere, estremamente funzionale, curato nei minimi particolari e costruito con materiali robusti e di qualità. Un prodotto del genere siamo sicuri sarà in grado di soddisfare qualsiasi tipologia di utenza, compresa quella più esigente.

Nel corso della nostra recensione analizzeremo le caratteristiche peculiari e innovative che i tecnici Sharkoon hanno voluto mettere a disposizione dei propri clienti. Ora siamo pronti per andare ad analizzare in dettaglio la soluzione Night Shark RGB.